«I pederasta sono malati, non lavorino insieme i bambini»: avvocatessa trauma di fronte un pedagogo

«I pederasta sono malati, non lavorino insieme i bambini»: avvocatessa trauma di fronte un pedagogo

L’omosessualita? «Chi ne e affetto non puo occuparsi a amicizia mediante i minori».

Queste frasi trauma sono state scritte sul conveniente bordo social da un’avvocatessa mantovana, nel insegnamento di un botta e opinione circa Instagram: il ricevente di queste opinioni si chiama Alessio Madella ed e un tenero pedagogo. Un attivita perche sennonche successivo questa avvocatessa i lesbica non possono convenire. «Chi e affetto da omosessualita non puo esercitare a contatto insieme i minori», la variante della cameriera, con una raggruppamento di post e monitor.

L’omosessualita vista allora maniera una malore, forse contagiosa. Tuttavia il immaturo pedagogo, unitamente animo e senza inquietudine, ha ribattuto e ha determinato di non lasciargliela snodarsi: precedentemente si e orientato all’associazione Athena, dopo e stato contattato dall’avvocato di Bologna Michele Giarratano e da Cathy La pinnacolo, in quanto per mezzo di l’associazione GayLex hanno marcato di aiutarlo a progredire unitamente una accusa alla pubblica sicurezza postale.

Compiutamente e iniziato sabato, quando era per piano per Mantova una rivelazione contro la legge Zan sulla omotransfobia: l’avvocatessa sopra una story verso Instagram ha aforisma che sarebbe stata vivo mediante centro Sorbello a conforto della corteo. «Per risponderle ho postato una rappresentazione per mezzo di il mio fattorino scrivendo “l’omosessualita non e una malattia” e ho taggato il suo disegno. Lei ha ricondiviso la mia story scrivendo frasi che “l’omosessualita una malanno riconosciuta e va curata”, e ha esperto a screditarmi», racconta Alessio per Leggo.

«Le ho risposto in un’altra story dicendo affinche prodotto da 10 anni mezzo pedagogo, sono costantemente andato d’accordo per mezzo di genitori e maestre cosicche si sono continuamente complimentate unitamente me a causa di appena mi legame coi bambini, e ho associato affinche non perdo epoca unitamente le persone in assenza di testa».

per quel affatto la contrasto e totale: «Ha esperto a celebrare affinche nelle scuole non devono esserci educatori omosessuali fine non abbiamo un centro, affinche ci facciamo sognare sui social intanto che baciamo i nostri fidanzati e sculettiamo davanti ai bambini o abbiamo atteggiamenti femminili».

LE PAROLE DELL’AVVOCATESSA Nelle sue stories, dal cantone suo, l’avvocatessa e albume: «Io non ce l’ho insieme i invertito durante quanto tali, il dilemma e in quale momento vogliono imporsi come linea, dal momento che vogliono noleggiare uteri o acquistare bambini oppure conferire a un frugolo due padri o due madri. O quando vogliono insegnare nelle scuole ai nostri figli la attivita omosessuale: siete voi giacche state disturbando noi, siete voi giacche siete una opposizione e non noi. Voi continuate per succedere omosessuali, continuate a comporre cio perche fate, verso noi non interessa, pero lasciate aderire i nostri figli».

E adesso: «Quando ero adolescente io, non c’era nemmeno un finocchio, in cambio di attualmente e colmo. Si va incontro attuale linea di comunita sopra cui ci impongono questo modello, ai ragazzini fanno confidare in quanto cosi piuttosto grazioso essere gay: non dicono anziche che essere omosessuali comporta un repentaglio oltre a forte di concludere malattie sessualmente trasmissibili e anche mortali, percio mezzo di concludere il fibroma all’ultimo contegno dell’intestino supportato. Queste cose le ho lette dai medici».

«Le persone giacche praticano rapporti anali numeroso arrivano sopra disposto sostegno con ceto di bisogno, sono piu verso pericolo di contrarre Aids e diabete (indi si corregge con epatite, ndr), e rischiano l’incontinenza addirittura in quale momento tossiscono», aggunge, accusando e gli omosessuali di confortare il genitali per mezzo di i bambini perche – aiutante la testimonianza dell’avvocatessa – vengono incoraggiati per cedere le famiglie. Con altre parole, «associazioni che inneggiano alla pedofilia». «Vi prego di interferire alle manifestazioni di centro – scrive ancora – affinche dobbiamo sbarrare giacche ai nostri bambini venga insegnato perche possono designare di migliorare sessualita e cosicche venga loro proposto il paura della omosessualita, della autoerotismo e della pedofilia».

Leave a Comment

Your email address will not be published.